Il diserbo selettivo di post-emergenza contro il pabio

Il diserbo selettivo di post-emergenza contro il pabio

Il diserbo selettivo di post-emergenza contro il pabio nel prato del giardino

Cos’è il pabio?

Il pabio o “pabbio” o “zampa di gallina” è un gruppo di graminacee annuali (che cioè germinano e muoiono nello stesso anno) con foglie a lamina stretta.
In pratica intendiamo:

  • la Setaria spp. (pabio),
  • la Digitaria spp. (sanguinella),
  • l’Eleusine spp. (gramigna indiana)
  • l’Echinocloa spp. (giavone)

Queste erbacce sono dei veri e propri flagelli dei nostri prati erbosi per il loro eccezionale potere di nascere e invadere il prato verde con le alte temperature.

Che danni provoca?

Il pabio causa il degrado e spesso la perdita del prato del giardino durante i mesi estivi a causa del le grandi dimensioni dei cespi (quando maturo ha un diametro medio di circa 30 cm), alla sovrapposizione dei culmi (totale assenza di luce per il tappeto erboso sottostante) e, non ultimo, al numero molto elevato di piante presenti per metro quadro.

È evidente quindi la necessità di diserbare correttamente e scrupolosamente il vostro tappeto erboso, ma anche di adottare tutte quelle pratiche agronomiche che ne limitino l’insorgenza.

La lotta al pabio

La lotta agronomica

I tappeti erbosi aperti e radi, con copertura erbosa limitata, sono i più predisposti alle infestazioni da parte del pabio.

Al contrario, prati fitti, ben chiusi e sani vengono invasi molto meno.

Il pabio germina da metà aprile a tutto luglio con un picco di germinazione a inizio-metà maggio. Arrivare a maggio con un prato sano e ben chiuso, limita, almeno in parte, il suo insediamento. In caso di un elevato rischio “storico” di infestazione sono perciò da evitare in primavera gli arieggiamenti (i famosi verticut) e le bucature.

Il diserbo chimico contro il pabio

Il diserbo selettivo antigerminello

Mentre per infestanti a foglia larga è consigliabile il diserbo in post emergenza, per il pabio si impone la strategia di pre-emergenza, volta a colpire l'infestazione sul nascere. Il principio attivo usato è il pendimetalin. Il diserbo di pre-emergenza anche chiamato antigerminello tende ad impedire l'emergenza dell'infestante appena dopo la germinazione. Il pabio ha un calendario di nascita lunghissimo (oltre 3 mesi). Spesso, perciò bisogna ripetere il trattamento una o due volte a distanza di 20 giorni dal primo intervento.

Il diserbo selettivo di post-emergenza

I prati dove non si è diserbato e quelli dove il pabio è sfuggito al diserbo antigerminello devono essere controllati in estate con i diserbanti selettivi di post-emergenza a base di fenoxaprop-p-etile, in forma localizzata o a tutto campo.

Come fare il diserbo di postemergenza contro il pabio

Ecco le regole auree da seguire per fare un diserbo selettivo antipabio efficace:

  • 1.Trattate nelle ore fresche della giornata
  • 2. Trattate sempre ai dosaggi riportati in etichetta
  • 3. Distribuite la soluzione in modo molto uniforme, evitando le sovrapposizioni
  • 4. Usate i traccianti-coloranti, indicatori dei trattamenti come Herbablue
  • 5.Trattate su prato asciutto, in presenza di luce
  • 6.Evitate di irrigare entro le otto ore successive al trattamento

Il diserbo di post emergenza, sebbene selettivo, provoca sempre un leggero danno all’erba buona del nostro giardino. Ciò può tradursi nel blocco della crescita e nella comparsa di leggeri ma antiestetici ingiallimenti fogliari. Per evitare tali fenomeni, è consigliabile trattare con i concimi rinverdenti e biostimolanti fogliari Herbafer Recovery ed Herbafer Greener anche in miscela tra loro. Preferibile effettuare la concimazione fogliare pochi giorni prima del diserbo.

Quando fare il diserbo di post-emergenza contro il pabio
  • 1. Agite il prima possibile
    Il diserbante antipabio risulta tanto più efficace quanto più l'infestante è giovane. Ideale trattare nella fase di inizio accestimento cioè all'emissione dei primi culmi laterali. Un trattamento tardivo comporta la ripetizione dell'intervento.
  • 2. Siate costanti e pazienti
    Purtroppo la scalarità di germinazione del pabio costringe spesso ad effettuare più trattamenti a cadenza mensile fino a inizio settembre.
  • 3. Da settembre agite manualmente
    Oltre la prima settimana di settembre lasciate in garage la pompa a spalle. Ormai è troppo tardi per intervenire chimicamente. Potete rimuovere le erbacce a mano o aspettare fine settembre ed effettuare un taglio ultra basso seguito da un arieggiamento di superficie (verticut) e una risemina.

Prodotti consigliati

Tracciante per trattamenti sui prati

Tracciante per trattamenti sui prati.

Maggiori info Acquista online su Verdeprato Sono un giardiniere professionista Acquista dal rivenditore più vicino Acquista dal rivenditore più vicino
Concime liquido rinverdente per prato

Concime fogliare per prato, facilitatore del recupero e rinvigorente dei prati con chiazze secche malate e ingiallite.

Maggiori info Acquista online su Verdeprato Sono un giardiniere professionista Acquista dal rivenditore più vicino Acquista dal rivenditore più vicino
Concime liquido rinverdente per prato

Concime fogliare curativo per prato contro gli ingiallimenti. Rinverdente istantaneo (colora entro 5 ore dal trattamento).

Maggiori info Acquista online su Verdeprato Sono un giardiniere professionista Acquista dal rivenditore più vicino Acquista dal rivenditore più vicino

Chiedi all'esperto

Desideri un nostro aiuto nella scelta del concime, del seme e degli altri prodotti per mantenere il tuo prato?
Vuoi far analizzare il tuo terreno con il servizio di analisi Herbalab?
Compila questo form e riceverai gratuitamente dai nostri esperti il consiglio giusto per te.

Iscrizione newsletter
Privacy - Accetto (Leggi)

Rimani in contatto con noi

Privacy - Accetto (Leggi)

Articoli più recenti

Articoli più letti