Quali fungicidi usare per prevenire e curare le malattie del prato

Quali fungicidi usare per prevenire e curare le malattie del prato

I funghicidi.
Quali funghicidi scegliere per prevenire e curare le malattie del prato

Le malattie del giardino

Il tappeto erboso ornamentale può essere colpito, in tutti i periodi dell'anno, da molti funghi che possono provocare marciumi, seccumi ed avvizzimenti con la morte dei tessuti ed alterazioni del sistema di trasporto della linfa.
Alcuni di essi possono causare la morte completa del prato se non curato.

Conosciamo il nemico: i funghi

Vivono nei primi centimetri di terreno.
Decompongono la sostanza organica.
Possono aggredire il prato in condizioni particolari.
Penetrano velocemente l'erba attraverso le ferite nei tessuti (soprattutto causate dal taglio).

La loro aggressività dipende da:

  • clima (in particolare dal rapporto tra temperatura e umidità),
  • specie di erbe presenti nel prato,
  • stato vegetativo e nutrizionale (sono più aggredibili tappeti erbosi stressati e denutriti),
  • livello di manutenzione.

Il rischio di malattia dipende da:

  • aggressività dei singoli funghi responsabili dell'attacco;
  • capacità di resistere e recuperare del prato.

Le malattie estive ed invernali sono le più gravi. Il prato, in queste stagioni è infatti stressato, a causa di temperature troppo elevate o troppo basse e recupera molto lentamente.
Bisogna saper riconoscere le malattie per evitarle, capire la pericolosità del danno che possono fare e monitorare i dati climatici. Conoscendole e controllandole saremo così in grado di intervenire in anticipo sul danno.

Una curiositàIl Pythium può uccidere anche l'80% del prato in una sola notte.

Come prevenire e curare le malattie del prato con i fungicidi

La prevenzione e la cura delle malattie si può fare anche senza usare i prodotti chimici adottando la lotta biologica o la lotta integrata.

Articolo di approfondimentoCome prevenire le malattie del prato senza trattare con i pesticidi

La lotta chimica ai funghi, con i fungicidi registrati per prati, è ancora la più efficace, perché garantisce risultati più sicuri. L’utilizzatore deve però avere una buona conoscenza tecnica e operativa. Deve inoltre possedere un apposito patentino per fare i trattamenti ed acquistare i fitofarmaci.
Monitorando temperatura e umidità si può trattare solo in caso di elevato rischio di infezione.
In alternativa, si possono applicare i fungicidi a turno fisso a seconda della loro persistenza ed efficacia su ciascun fungo, seguendo le istruzioni scritte sul flacone.

AttenzioneLe malattie più pericolose del prato, quelle estive ed invernali (il Phityum, la Rizhoctonia, la Sclerotinia e il Michrodochium), devono essere combattute soprattutto in forma preventiva per evitare danni irreversibili e insostenibili.

Quali fungicidi scegliere per trattare le malattie del prato

Se in possesso di patentino, potete comprare dei fungicidi contro le malattie dei prati con principi attivi altamente efficaci.

2 consigli importanti:
  • 1. Controllate sempre in etichetta che siano registrati per i tappeti erbosi (siete anche tenuti per legge a mantenere un registro dei trattamenti soggetto a controllo).
  • 2. Attenetevi strettamente al dosaggio indicato.
Principi attivi

Ecco i principi attivi più efficaci con le principali malattie che controllano. Sono formulati chimici presenti commercialmente sotto vari nomi . Attenzione però: non tutti i prodotti commerciali con questi principi attivi sono registrati per i tappeti erbosi. Fatevi aiutare dal vostro rivenditore, da internet e soprattutto leggete le etichette:
Principio attivo: Propamocarb contro il Pithyum
Principio attivo: Propiconazolo contro la Sclerotinia, l’Helmintosporium, l’Antracnosi, il Filo Rosso e le Ruggini.
Principio attivo: Piraclostrobina contro la Rhizoctonia ed il Fusarium invernale
Principio attivo: Prochloraz contro il Fusarium Invernale
Principio attivo: Tochlophos Methyl contro la Rhizoctonia

Tipi di azione e formulazione

Questi prodotti possono:

  • agire per contatto (agiscono solo all'esterno dell'erba e sono quindi strettamente preventivi)
  • essere sistemici (penetrano dentro gli steli dell'erba e vengono traslocati attraverso il sistema linfatico, garantendo la loro efficacia anche all'interno delle piante).

Possono essere dei formulati liquidi o in polvere bagnabile da distribuire, previa diluizione in acqua, con una pompa a spalla o una botte.

Applicazione

Applicateli nelle ore fresche della giornata. Siate accorti ed usate irroratori adeguati. Importante è trattare la superficie del prato in modo uniforme, evitando le sovrapposizioni. I traccianti, indicatori dei trattamenti e coloranti, come Herbablue e Special One , sono di grande aiuto, specialmente Special One , che può nascondere per alcuni giorni gli ingiallimenti e le bruciature e le macchie causate dalla malattia. Trattate su prato asciutto, in presenza di luce, ed evitate di irrigare entro le otto ore successive al trattamento. Se prevedete il verificarsi di piogge nello stesso arco di tempo, rimandate l'operazione.

ImportanteI bambini e gli animali devono stare lontani dal tappeto erboso per almeno 24-36 ore (tempo di rientro) dopo il trattamento.

Prodotti consigliati

Tracciante per trattamenti sui prati

Tracciante per trattamenti sui prati.

Maggiori info Acquista online su Verdeprato Sono un giardiniere professionista Acquista dal rivenditore più vicino Acquista dal rivenditore più vicino
Segnalatore UV resistente a lunga durata ed azione biostimolante

Segnalatore UV resistente a lunga durata ed azione biostimolante.

Chiedi all'esperto

Desideri un nostro aiuto nella scelta del concime, del seme e degli altri prodotti per mantenere il tuo prato?
Vuoi far analizzare il tuo terreno con il servizio di analisi Herbalab?
Compila questo form e riceverai gratuitamente dai nostri esperti il consiglio giusto per te.

Iscrizione newsletter
Privacy - Accetto (Leggi)

Rimani in contatto con noi

Privacy - Accetto (Leggi)

Articoli più recenti

Articoli più letti