Seminare o posare le zolle di prato. Cosa è meglio.

Seminare o posare le zolle di prato. Cosa è meglio.

Seminare o posare le zolle di prato? Rispondiamo al vostro dilemma!
Quando il prato non sembra essere all'altezza delle nostre aspettative perché degradato, brutto, malato o infestato dalle malerbe è ora di porci la fatidica domanda: è tempo di rifarlo? Se la risposta è sì, le strade sono due:

- La posa delle zolle di prato

- Una nuova semina

Se qui il dubbio vi assale arriviamo in vostro soccorso spiegandovi pro e contro di entrambe queste operazioni

La semina

I vantaggi della semina

Più scelta

Se parliamo di semina è indubbiamente più vasta l’offerta di tipologie di erba e varietà disponibili. Diverse miscele di semi d’erba e miscele di differenti cultivar sono disponibili per ogni tipo di clima, di terreno e per ogni livello di manutenzione. (Questo è un importante vantaggio poiché esistono prati tanto vari: prati soleggiati, prati per ombra, prati resistenti alle malattie, prati resistenti al secco, …)

Capacità di adattamento

Il prato cresce, si sviluppa e si seleziona adattandosi all’ambiente su cui si insedia.

Costo iniziale inferiore

Il costo iniziale della risemina è molto inferiore rispetto a quello per la zollatura.

Gli svantaggi della semina

Le stagioni governano i tempi di semina

I tempi per seminare sono ristretti. Il momento migliore è quello che va da settembre a inizio ottobre. Fine marzo, aprile e inizio maggio sono anche buoni per seminare, sapendo però che i semi delle infestanti germinano in numero maggiore in primavera.

Risultati a medio-lungo termine

È necessario molto tempo perché il prato si infittisca e sia calpestabile.

Può servire il bis

Può succedere che si debba seminare due volte nelle aree ove vi sia stata una scarsa germinazione o dove il seme sia stato dilavato via dalla pioggia.

Erbe infestanti: il nemico numero uno

Le erbacce infestanti possono essere un vero problema. Dovremo probabilmente diserbare.

Serve tempo per irrigare

L’irrigazione iniziale è fondamentale.

La zollatura

I vantaggi della zollatura

Detto… fatto

Otteniamo un "prato istantaneo" che può essere calpestato subito dopo la posa delle zolle.

Il clima avverso non incide

Polvere, fango ed erosione della pioggia sono rapidamente ridotti.

Ogni momento è buono

Il prato può essere steso in qualsiasi momento durante la stagione di crescita se vi è l’irrigazione.

L’erbaccia non attacca

Arriva quasi sempre senza infestanti.

Gli svantaggi della zollatura

Costo iniziale più elevato

Ha un altissimo costo iniziale che incide molto sul nostro budget.

Minor scelta

La scelta di specie d’erba e di varietà è molto limitata.

Richiedono sole

Sono coltivate in pieno sole. Faticano ad adattarsi ad ambienti ombreggiati.

Serve tanta acqua

Per l’attecchimento è necessario un grande volume di acqua.

Posatura perfetta o …

Può essere aggredito dalle infestanti negli interstizi tra zolla e zolla, se posato male.

L’attecchimento non è sempre lo stesso

L’attecchimento e la radicazione variano con la stagione. Primavera e autunno sono i periodi ottimali.

Ora a voi la scelta!

Chiedi all'esperto

Desideri un nostro aiuto nella scelta del concime, del seme e degli altri prodotti per mantenere il tuo prato?
Vuoi far analizzare il tuo terreno con il servizio di analisi Herbalab?
Compila questo form e riceverai gratuitamente dai nostri esperti il consiglio giusto per te.

Iscrizione newsletter
Privacy - Accetto (Leggi)

Additional Info

  • Titolo browser: Il vostro prato è da rifare? Come scegliere tra semina e zollatura.

Rimani in contatto con noi

Privacy - Accetto (Leggi)

Articoli più recenti

Articoli più letti